Quando incontro qualcuno penso sempre a come sia entrare nel suo vissuto; capire attraverso le sue storie come si intrecciano i nostri mondi e scambiarsi le chiavi di lettura del nostro tempo.

Così è successo quando ho incontrato Marina ed Elvio.


Questa mostra, LOASI, prevedeva che ogni intervento artistico si “camufasse” nel quartiere.

Così ho chiesto loro di essere gli “artisti” al posto mio; il mio camuffamento.


Dai nostri discorsi tra un thé a casa di Marina o una cena in piazzetta, ci siamo raccontati come viviamo, ma anche come abbiamo vissuto e cosa magari ci aspetta in futuro. Come una linea del tempo.

E’ così che Marina ed Elvio propongono il  nostro intervento; la Storia del quartiere Isola.


La nostra linea del tempo vuole rileggere la Storia di un luogo attraverso il quotidiano di chi ne ha fatto parte, ne ha fatto la Storia e le storie, nell’ottica che la vita di tutti i giorni si interseca coi fatti legati alla collettività e non esiste una Grande Storia e una Piccola Storia, ma una Storia Comune.


Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che, quando ci hanno incontrati, ci hanno regalato un pezzo della loro storia per

poterne raccontare una più grande.

Quella di tutti.



PDF del Banner “ a mano” da scaricare.

Ogni riproduzione senza autorizzazione è vietata.


Quando io penso solo a me stesso, chi sono gli altri?

Quando gli altri pensano solo a se stessi, chi sono io?

2011

in collaborazione con Elvio Annese e Marina Flavia Rossi

Via del Pollaiuolo, 3

Milano


Foto dell’Allestimento di Sara Saini